Tutti gli articoli di Simone Stancari | AGIRE

Energy manager, EGE, in AGIRE dal 2007, si occupa di progettazione e gestione di progetti europei, oltre a condurre le attività tecniche dell'agenzia AGIRE

LIFE DIADEME PROGETTO DEL MESE PER IL MINISTERO DELL’AMBIENTE ITALIANO

Progetto LIFE-DIADEME (LIFE15 CCM/IT/000110): “Nuovo sistema di regolazione dell’illuminazione stradale sostenibile ed economicamente efficiente”

Il progetto LIFE-Diademe, coordinato da REVERBERI ENETEC s.r.l. in partenariato con A.G.I.R.E. s.r.l., intende introdurre un innovativo sistema di controllo dell’illuminazione stradale che integra una rete capillare di sensori ambientali e mirato a ridurre il consumo energetico,l’inquinamento luminoso e le emissioni di CO2 del 30% rispetto allo stato dell’arte dei sistemi di regolazione esistenti.

Una rete di circa 1.000 sensori low cost, posizionati su punti luce presso il sito di test al quartiere EUR di Romaacquisirà dati su rumore, traffico inquinamento atmosferico. Le informazioni rilevate andranno ad alimentare la base dati relativa all’area monitorata, promuovendo la riduzione dell’impatto ambientale in ambito urbano e migliorando la sicurezza stradale, attraverso la rilevazione in tempo reale di anomalie di traffico o meteo.

Il nuovosistema di regolazione adattivo comporterà anche un minor dispendio economico in termini di manutenzione dell’illuminazione stradale e contribuirà alla riduzione dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE).

Vai alla pagina dedicata ai “progetti del mese” LIFE

http://www.minambiente.it/pagina/progetti-del-mese-0

Sito Dimostrativo a Roma EUR. Test con Luce Adattiva

Alla fine di marzo 2018, 112 Punti Luce in zona EUR a Roma sono stati equipaggiati con la tecnologia Diademe per Smart Lighting. Questi device stanno raccogliendo dati su luminanza, flussi di traffico, qualità dell’aria, livello di rumore, temperatura e pressione, fornendo una luce adattiva alle strade coinvolte nel progetto.

 Un particolare Test della durata di 15 giorni, su via dell’Aeronautica, è stato condotto di recente per valutare le performance del sistema di illuminazione adattiva in ambito urbano ed in particolare per dimostrare che il sistema adattivo riesce a regolare il livello di illuminazione sulla base dei dati in tempo reale di luminosità circostante e dei flussi di traffico effettivi.

 I dati ottenuti dall’illuminazione adattiva sono stati comparati con due diverse condizioni: luce piena e ciclo di regolazione pre-programmata. La luce piena è la regolazione standard nel quartiere EUR. Quindi l’illuminazione stradale è stata dimmerata in tempo reale, sulla base della luminosità circostante e dei flussi di traffico, fornendo, al contempo, un corretto livello di illuminazione come prescritto dalla norma UNI 11248.

Le conclusioni del Test sono state particolarmente incoraggianti. La diminuzione dei consumi energetici ottenuta con il Sistema di Illuminazione Adattiva, in comparazione con i cicli pre-regolati, è stata maggiore rispetto ai target di progetto: 53% invece del 30%, mentre la performance raggiunge il 66% se comparata con il sistema a luce piena, che rappresenta lo standard per l’illuminazione in zona Roma EUR.

In gennaio 2019 altri 900 punti luce saranno attrezzati con il Sistema Diademe, come previsto dalla tempistica del progetto.      

Smart City Expo World Congress 2018

L’ottava edizione dello Smart City Expo World Congress si è tenuta a Barcellona dal 13 al 15 novembre 2018.

Rappresenta il più importante evento al mondo per chiunque lavori per favorire un miglioramento sostenibile dell’ambiente urbano. 21.300 visitatori, 844 espositori da 146 Paesi, 400 speaker sono i numeri dell’evento dell’anno in tema di Smart City e IoT. Moltissime le Città e le Regioni non solo europee che si sono incontrate per condividere i risultati da ciascuna raggiunti o per confrontarsi sulle possibili soluzioni da adottare in tema di sviluppo sostenibile dell’ambiente urbano, in particolare quest’anno affrontando il tema della Smart City.

Allo Stand espositivo Life-Diademe i nostri esperti hanno potuto riscontrare il notevole interesse suscitato dal progetto sviluppato nel quartiere EUR della città di Roma ed in particolare dalle soluzioni innovative di Illuminazione Adattiva e Smart City prospettate ed oggi in via di completamento nel quartiere degli affari della città capitolina. Curiosità ed interesse che si potrà concretizzare anche in future collaborazioni in Paesi come Israele, Svezia, Argentina, Estonia, Cina, Giappone ed altri.   

Luce e IoT per la città che verrà. Workshop a Roma

La luce nell’era del digitale assume nuovi ruoli sia all’interno degli edifici che nel tessuto urbano. La luce non è più statica ma si adatta ai diversi momenti di vita della città, creando atmosfere diverse e migliorando il suo rapporto con l’uomo e l’ambiente. Progettare nell’era del Digital Lighting significa pensare alla luce come a un nodo di un sistema più ampio e complesso finalizzato a migliorare la qualità della vita della comunità, nel rispetto dei valori di sostenibilità nell’accezione più ampia, ambientale, economica, sociale.

Organizzato dall’Ordine degli Architetti di Roma e provincia con il supporto di AIDI, l’Associazione Italiana di Illuminazione, il Workshop su “Luce e IoT per la città che verrà” si è tenuto a Roma il 14 novembre 2018.

Molti gli interventi di rappresentanti istituzionali, ma più rilevanti sono state le Best Practice dal mondo delle professioni in un confronto aperto sugli sviluppi possibili e sostenibili della città di Roma.

Marco Frascarolo, ingegnere, Lighting designer e Direttore del Laboratorio Interdisciplinare di Fisica Tecnica e Tecnologia, Dipartimento di Architettura dell’Università Roma Tre, oltre a coordinare Eve nto, ha introdotto e presentato il progetto Life-Diademe: illuminazione adattiva come soluzione per la sicurezza stradale ed il risparmio energetico nel quartiere EUR della città capitolina.

    

Life Diademe all’assemblea annuale Renael

  Renael, la Rete italiana delle Agenzie per l’Energia, da sempre opera nell’ambito della sostenibilità ambientale ed in particolare dell’efficienza energetica con una serie di azioni diversificate che vanno dall’informazione alla formazione, all’assistenza tecnica, alla partecipazione a progetti europei.

Il Workshop dal titolo “Novità ed incentivi per l’efficienza energetica: Strumenti nazionali ed azioni locali” di giovedì 27 settembre 2018, organizzato con ENEA in collaborazione con Aisfor e Fire, è un’occasione unica di aggiornamento sugli strumenti di incentivazione esistenti e sulle buone pratiche realizzate in varie regioni, grazie alla presenza di autorevoli rappresentanti del panorama energetico nazionale.

Marco TRENTINI, esperto della Reverberi Enetec Srl, project partner dell’Agenzia Agire di Mantova nel progetto Life-Diademe, ha presentato una nuova soluzione particolarmente innovativa di Illuminazione Adattiva per Smart City sviluppata dall’azienda ed applicata nella città di Roma.

      

 

IL PROGETTO DIADEME ALL’ASSEMBLEA RENAEL

Il 27 settembre p.v. si tiene a Roma, presso la sede dell’ENEA, la consueta assemblea annuale di RENAEL, la rete nazionale delle Agenzie per l’Energia. Nel corso della mattina, durante la tavola rotonda sul tema: “AZIONI LOCALI E BUONE PRATICHE”, il dott. Marco Trentini della Soc. Reverberi Enetec Srl e socio dell’agenzia per l’Energia di Mantova nel progetto Life-Diadema, presenterà il progetto Diademe.

CIE 2018 Smart Lighting Conference
Taipei, 24 - 28 aprile

La prima conferenza CIE, International Commission on Illumination, denominata “CIE 2018 Smart Lighting”, si è tenuta dal 24 al 28 aprile 2018 a Taipei, ospitata dal CIE Associate National Committee of Chinese Taipei.

In questa prima conferenza si è parlato di Smart Lighting, una soluzione che consente di ottenere notevoli risparmi energetici e diversi altri vantaggi sia per la città che per il cittadino. Lo scopo della conferenza era altresì quello di fornire input scientifici e tecnici per progredire nello sviluppo delle tecnologie in termini di qualità dell’illuminazione, comfort e sicurezza.

Paolo Di Lecce, CEO di Reverberi Enetec, durante gli incontri previsti per il 26 e il 27 aprile, ha introdotto il tema dell’illuminazione adattiva e il progetto LIFE-Diademe, sviluppato nel quartiere EUR di Roma.

A Roma arrivano pali luce intelligenti. Al via sperimentazione all’EUR nuovo sistema regolazione illuminazione
COMUNICATO STAMPA

Risparmio energetico e sostenibilità grazie ad installazione 1.000 sensori

Roma, 24 maggio 2018 – Parte da Roma, nel quartiere Eur, la prima sperimentazione di un nuovo sistema dedicato alla regolazione dell’illuminazione, con l’installazione di 1.000 sensori sui pali della luce, con cui sarà possibile monitorare il traffico, i livelli di luminanza, il rumore e l’inquinamento atmosferico. Il progetto chiamato DIADEME e finanziato con fondi del programma LIFE dell’Unione Europea è nato dalla collaborazione tra Reverberi Enetec, azienda della provincia di Reggio Emilia che si occupa della parte tecnica del progetto, A.G.I.R.E (Agenzia per la Gestione Intelligente delle Risorse Energetiche di Mantova), ACEA e l’Assessorato alle Infrastrutture di Roma Capitale.

Ogni singolo punto luce verrà dotato di appositi sofisticati sensori in grado di andare a monitorare le condizioni di traffico e la luminanza presenti sulla strada, producendo quindi un risparmio energetico consistente e al contempo un miglioramento della sicurezza della circolazione.

Le informazioni verranno poi convogliate ad una unità centrale i cui algoritmi valuteranno le condizioni rilevate. Da queste analisi saranno ricavati i livelli di intensità luminosa che devono essere erogati dai singoli punti luce, in modo da ottemperare a quanto richiesto dalla norma UNI11248, perseguendo una regolazione diffusa, intelligente e real time. Ad ogni zona monitorata verrà quindi garantita la corretta illuminazione, in funzione dei dati raccolti.

Il progetto di installazione e di recupero e analisi dei dati si concluderà entro la fine del 2019. I dispositivi installati rimarranno, a fine progetto, a disposizione di Roma Capitale senza nessun onere per l’Amministrazione che potrà continuare ad utilizzarne i dati. Se l’analisi dei valori misurati produrrà risultati positivi, il progetto potrà essere diffuso e replicabile in altre zone di Roma.

Un ulteriore obiettivo del progetto LIFE-DIADEME è l’acquisizione di dati di monitoraggio ambientale tramite sensori low cost; per questo motivo, ogni 20 punti luce, verranno installate delle centraline, dedicate al rilevamento di gas climalteranti. Tali centraline, sviluppate da un centro di ricerca finanziato dalla Unione Europea, verranno impiegate, per la prima volta in grande numero, a Roma. Esse recupereranno informazioni in merito alla concentrazione nell’aria di ozono (O3), monossido di azoto (NO), diossido di azoto (NO2) e monossido di carbonio (CO). Questi dati dovrebbero permettere una mappatura precisa e a basso costo del livello della qualità dell’aria lungo le vie del sito pilota.

Il progetto è suddiviso in due fasi operative che prevedono l’installazione graduale dei dispositivi. Ad occuparsi degli aspetti tecnici relativi alla conformazione e al dimensionamento degli apparati nonché all’installazione degli stessi sui sostegni sono i tecnici di ARETI, società del Gruppo ACEA che si occupa dell’illuminazione pubblica di Roma. Ad oggi sono stati già installati i primi 109 punti luce, mentre a partire da ottobre 2018, si aprirà la fase relativa all’installazione dei rimanenti 891 punti luce, LARGE TEST SITE. In totale saranno quindi installate: 1000 elettroniche rilevamento traffico, luce e rumore, 50 elettroniche rilevamento gas O3, NO2, NO, CO, 30 elettroniche per rilevamento di precisione luminanza stradale, traffico veicolare e condizioni meteo.

La Sindaca di Roma Virginia Raggi ha dichiarato che Roma sta guardando al futuro aggiungendo che l’Amministrazione è felice che questo progetto possa partire nella Capitale. La prima cittadina si è detta fiduciosa in ulteriori e proficui sviluppi per la città.

L’Assessora alle Infrastrutture Margherita Gatta, partecipando a un sopralluogo all’Eur ha detto che si tratta di nuovo sistema che intende promuovere un utilizzo controllato delle risorse e potrebbe costituire un valore aggiunto nelle attività di efficientamento energetico che la Capitale sta portando avanti su più fronti. Aggiungendo che è stato un piacere incontrare i soggetti vincitori del progetto europeo e guardare dal vivo questi primi sensori installati a cui ne seguiranno altri e che questo è un passo importante per la Capitale per sperimentare nuove opportunità e rinnovare il suo sistema infrastrutturale.

ConEnergia
Sustauinable energy festival in Mantova

Promosso dall’Agenzia per l’Energia Agire nell’ambito del progetto “Fo.r.agri” di Regione Lombardia e Provincia di Mantova, il Festival “conEnergia” nasce come momento di divulgazione del pensiero etico ambientale, con lo scopo di facilitare il transito dall’economia lineare a quella circolare attraverso una divulgazione scientifica popolare ed è oggi patrocinato dal Comune e dalla Provincia di Mantova. Dopo alcuni eventi presentati all’interno del Festivaletteratura, ha proposto attività di studio sull’impronta ecologica in due Istituti scolastici (liceo Belfiore e istituto Fermi), una rassegna cinematografica ed un Convegno scientifico internazionale tenutosi il 20 e 21 aprile 2018 nella bellissima location del Teatro Scientifico Bibiena.

Marco Trentini, esperto del progetto Life-Diademe, della Reverberi Enetec, ha presentato le innovative soluzioni di illuminazione adattiva per Smart Cities sabato 21 Aprile 2018 all’interno della sessione “Racconti conEnergia: si può fare”.

    

LIFE Networking
Cyprus delegation in Rome

Il Punto di Contatto Nazionale LIFE di Cipro ha organizzato, nell’ambito del progetto di Capacity Building “CYCLamEn – CYprus Capacity BuiLding for lifE”, una study visit in Italia che si è svolta dal 12 al 15 dicembre 2017 coinvolgendo i tre più importanti progetti LIFE italiani, in quanto le tematiche affrontate sono di forte interesse nell’isola di Cipro.
Tra gli obiettivi, quello di partecipare in maniera più efficace al programma LIFE, anche attraverso attività di scambio con quei Paesi che, come l’Italia, sono considerati tra i più virtuosi nel contesto di LIFE.
Il Punto di Contatto Nazionale LIFE italiano ha aderito con favore all’iniziativa cipriota e nella prima giornata della study visit – che si è tenuto a Roma, presso la sede del Ministero dell’Ambiente il 12 dicembre 2017 .
L’ing. Paolo Di Lecce, AD di Reverberi Enetec, ha inaugurato l’incontro presentando il progetto LIFE-DIADEME illustrandone gli aspetti tecnici, amministrativi e finanziari.